martedì 23 agosto 2011

Merenda ad Amalfi e Positano (parte 2)


A differenza di Amalfi che ho raggiunto via mare, a Positano mi e' toccato arrivarci via terra, facendo gran parte della costiera con l'auto e sostando in ogni anfratto per poter fare piu' foto possibili al panorama che mi circondava ;)), la sua posizione geografica, infatti, la colloca nel baricentro di un territorio tra i più amati, ricchi di storia e di bellezze naturali ... solo adesso capisco perche' viene chiamata "la gemma della divina costiera"


Le origini di Positano, come quelle di tante altre città, si perdono nella notte dei tempi ove si confondono storia e legenda. Come spesso accadeva in passato, alla mancanza di dati si sopperiva con miti, uno di questi vuole Positano fondata da Poseidone, il dio del mare Nettuno, per amore della ninfa Pasitea da lui amata. Nella storia Positano entrò poi a far parte della Repubblica di Amalfi, prima Repubblica marinara, e attraversò un periodo floridissimo grazie al commercio marittimo con gli altri paesi del Mediterraneo.

Positano e' una citta' verticale, ricca di botteghe artigianali e di ristoranti, gli abitanti sono ospitali e hanno saputo primeggiare anche nel campo della moda con capi artigianali unici nel loro genere.

Dopo decine di scalini e di sali e scendi per i vicoli della citta' ho deciso di prendermi un break e sono entrato da La Zagara, una pasticceria che dal 1950 allieta turisti e non con i suoi dolci.
Qui, oltre alla vasta scelta di dolci, tutta rigorosamente di produzione propria, e’ possibile sostare nel loro giardino interno sotto da alberi di agrumi e godersi un meritato riposo lontano dal caldo.
La scelta per Il Cucinotto e' stata abbastanza difficile, troppi i dolci da scegliere .... e tutti dall'aspetto molto interessante. Alla fine abbiamo preso un "signor" bigne' con panna montata e crema di cioccolato ... peccato che e' finito un pochi bocconi ;))

Su internet: www.lazagara.com

8 commenti:

  1. Io avrei comprato un vestito, sicuramente meglio di un bigné...;-)

    RispondiElimina
  2. certo che a guardare queste immagini scatta una sorta di sana invidia :-) sia per i posti che per il dolcino... Un salutone!

    RispondiElimina
  3. Ti va uno scambio Link???
    Vienimi a Leggere il link è
    www.smaldoneadriano.blogspot.com
    Se è Si o No lascia un commento sul mio blog
    Accetterò qualsiasi sia la tua risposta.
    Ciao da Adriano Smaldone

    RispondiElimina
  4. @Tamtam hai ragione sicuramente fa meno male alla mia glicemia ;))
    @Batu' ciao, continua a seguire ;))) man mano metto online i vari post ... sono tornato a Milano "rotolando" ;)))

    RispondiElimina
  5. Viva i dolcini, li adoro!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Oltre al vestito avresti potuto investire (visto quanto costano!) anche in ottimi sandali di Positano....ma vuoi mettere la soddisfazione dopo il primo morso al bignè?? Per me paragonabile con... nulla!!!...e mi pare anche per te! :-)

    RispondiElimina
  7. Confermo la qualita' dei sandali ;))

    RispondiElimina